Braden o Perón

Spread the love

Spruille Braden e Juan Domingo Perón assieme a una cena, prima della rottura delle relazioni, 1945 (Agenda Urbana)

L’11 febbraio 1946 il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti rese pubblico il cosiddetto Blue Book, un documento che denunciava le attività dell’Argentina a supporto di Germania, Italia e Giappone. Il documento fu distribuito in maniera ‘riservata’ ai diplomatici dell’America Latina, a eccezione dell’ambasciatore argentino a Washington. Fece comunque il giro del mondo, poiché fu scientemente consegnato anche all’agenzia United Press. La divulgazione del documento a un paio di settimane dalle elezioni presidenziali del 24 febbraio 1946, aveva lo scopo dichiarato di interferire nella nomina di Perón. A promuovere il testo era stato il diplomatico Spruille Braden, vice segretario del Dipartimento di Stato a Washington, che da aprile dell’anno prima aveva ricoperto per qualche mese l’incarico di ambasciatore degli Stati Uniti a Buenos Aires, nominato dal presidente Franklin Delano Roosevelt.

Prosegui la lettura dell’articolo “Braden o Perón” di Simone Barcelli sul portale di Tuttostoria, che ne ha l’esclusiva.

Lascia un commento